news

Elena Donazzan: vietare dialetto veneto e bandiera marciana nei luoghi pubblici, altro che bilinguismo!

Elena Donazzan: vietare dialetto veneto e bandiera marciana nei luoghi pubblici, altro che bilinguismo!

...

donazzanzaia-dal-pozzo-donazzan-310x165

Continua la diatriba nel Consiglio Regionale Veneto sul PDL 116 che vorrebbe introdurre in Veneto il bilinguismo, anzi i toni si inaspriscono ulteriormente e si vede all’orizzonte una e vera e propria bufera politica che potrebbe addirittura far affondare la giunta guidata da Luca Zaia.

Nei giorni scorsi durante la discussione in aula su questa proposta si è verificata una vera e propria spaccatura in seno alla maggioranza, in particolare tra Lega e Forza Italia, anche se la situazione è più variegata, con gli ex tosiani che in questa occasione si sono invece riavvicinati all’ovile leghista, ed una convergenza rosso-nera tra sinistre più o meno estreme ed ambienti FI nostalgici dei bei tempi andati di fiamme tricolori e dintorni.

Ma la vera e propria spina nel fianco delle truppe cammellate leghiste di Luca Zaia è l’alleata in giunta Elena Donazzan, nota fan del tricolore, che mai come in questa occasione si è schierata alla difesa dei valori italici in difesa della lingua italiana e contro l’introduzione del bilinguismo che affiancherebbe il Veneto accanto alla lingua di Dante in Regione Veneto.

Elena Donazzan, che in aula si è resa protagonista di un vero e proprio attacco contro il PDL 116 ha parlato di “ignoranza” che starebbe alla base delle ragioni dei proponenti.

Addirittura in seguito si è spinta molto oltre dichiarando: “Altro che PDL 116 e bilinguismo, qua bisogna tornare a vietare l’uso del dialetto veneto nei luoghi pubblici come ai bei tempi andati del Ventennio! Finiamola con queste baggianate da contadini!. E sarebbe anche ora di far sparire dagli edifici pubblici in Veneto tutte quelle bandiere marciane, solo il Tricolore ha diritto e dignità per venire esposto!”

...

Si è poi spinta oltre, andando anche ad intaccare gli equilibri politici interni di Liga Veneta e Lega Nord: “Ho fissato per inizio prossima settimana un incontro urgente col Segretario politico della Lega Nord Salvini perché faccia stoppare immediatamente questa iniziativa scellerata dei leghisti veneti. Matteo infatti ha capito da tempo che il futuro è per tutti sotto il tricolore della Patria italiana e queste baggianate venete devono avere termine. Per fortuna che la vera guida politica della Lega è Matteo Salvini in questo momento e quei quattro scalmanati della Liga Veneta non contano un tubo!”

Si preannunciano quindi venti tempestosi per Luca Zaia & Co. in Regione.

...

Leave a comment