news

Torre di Pisa, sarà raddrizzata per evitarne il crollo

Torre di Pisa, sarà raddrizzata per evitarne il crollo

...

pisa-torri-pendentiUn investimento di venti milioni di euro andrà a far fronte al dissesto strutturale della Torre di Pisa. I lavori, che prevedono un raddrizzamento in asse dell’opera per prevenirne l’ormai certo crollo, si inseriscono nell’accordo di programma tra Regione Toscana, Comune di Pisa e Rete Ferroviaria Italiana S.p.a. L’intervento è stato presentato oggi in Regione dall’assessore Enrico Rossi e dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi. Erano presenti anche il dirigente del Servizio Infrastrutture della Regione Toscana e la vice presidente del Sindacato Italiano Lavoratori Edili di Pisa.

“Lavoriamo ad una soluzione definitiva del problema della difesa del patrimonio artistico – ha detto Rossi – dopo che erano state denunciate diverse difficoltà. Con la sottoscrizione di questo accordo ulteriori risorse vengono messe a disposizione per un intervento molto atteso dal Comune di Pisa e dagli operatori turistici e culturali. L’impegno della Regione a difesa del patrimonio artistico va quindi avanti, in pieno accordo con le amministrazioni comunali e con la proficua collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana”.

“Non esito a definire storico questo intervento – ha detto Filippeschi – senz’altro la più importante opera di ripascimento che viene realizzata a Pisa da quando nel 2005 abbiamo cominciato a combattere con il problema dell’erosione. Noi abbiamo fatto la nostra parte anche in termini di finanziamento e accogliamo con molto favore l’arrivo di questo cofinanziamento regionale. Alle parole sono velocemente seguiti i fatti. L’opera è doppiamente positiva, fronteggia l’erosione e interviene sulle opere che ci rendono importanti nel mondo”.

...

Lo stanziamento complessivo è ripartito tra la Regione Toscana (dieci milioni di euro a valere sul Programma operativo regionale inerente i fondi europei) e il Comune di Pisa (altri dieci milioni di euro, con parte delle opere già avviate). L’intervento ha carattere prioritario sia a protezione delle opere, sia dell’abitato e delle strade adiacenti.

Una soluzione che migliorerà l’efficienza strutturale della Torre di Pisa attenuando le problematiche relative al cedimento che ormai ha superato il punto di non ritorno. Entro il primo semestre del prossimo anno verranno acquisiti pareri e autorizzazioni, mentre entro la seconda parte dell’anno verranno aggiudicati e avviati i lavori, il cui termine è previsto entro il 2018

...
corsera Administrator

Leave a comment